sabato 31 maggio 2014

CROSTATA ALLE FRAGOLE


Cosa c'è di più allegro e colorato di una torta alle fragole????
Questa l'ho preparata in quattro e quattr'otto per festeggiare il compleanno del mio " nipotino ", mentre ero in montagna, i giorni scorsi.
 Bella, buona e velocissima...


INGREDIENTI

PER LA PASTA BRISE':

200 GR DI FARINA
120 GR DI BURRO FREDDO
1 CUCCHIAIO COLMO DI ZUCCHERO A VELO
1 TUORLO
50 ML DI ACQUA FREDDA

PER LA CREMA PASTICCERA :

2 TUORLI
75 GR DI ZUCCHERO
25 GR DI FARINA
250 ML DI LATTE
SCORZA DI MEZZO LIMONE BIOLOGICO

500 GR DI FRAGOLE
ZUCCHERO A VELO
FOGLIOLINE DI MENTA

Iniziare preparando la brisè: setacciare la farina e lo zucchero , aggiungere il burro freddo tagliato a dadini ed iniziare ad impastare il composto con la punta delle dita , sino ad ottenere un composto sbriciolato. Aggiungere il tuorlo e l'acqua fredda continuando ad impastare , ottenendo un panetto morbido e liscio. Avvolgerlo in pellicola da cucina e mettere in frigo per una mezz'ora.
Nel frattempo preparare la crema pasticcera:
Scaldare il latte con la scorza di limone.
 Con una frusta sbattere i tuorli con lo zucchero dentro un contenitore che possa andare sul fuoco fino a quando sono chiari e spumosi,  poi aggiungere la farina.
Versare il latte caldo ( dopo aver tolto la scorza di limone ) sul composto di uova e rimettere la pentola sul fuoco, continuando a mescolare con la frusta, sino a quando la crema si addensa .
Far raffreddare la crema .
Pre- riscaldare il forno a 180°
Foderare con la pasta brisè uno stampo da crostata, coprirla con della carta forno, versarvi dentro dei fagioli secchi o delle perle di ceramica e far cuocere per 20 minuti circa, poi rimuovere i fagioli, la carta e continuare la cottura sino a quando la pasta  diventa dorata.
Lavare e tagliare le fragole.
 Quando la base di brisè e la crema pasticcera si sono  raffreddate versare la crema sulla base della torta e dadagiarvi le fragole tagliate: spolverare con zucchero a velo e decorare con qualche fogliolina di menta.


********************************************


*************************************

mercoledì 28 maggio 2014

FLAN DI TROMBETTE CON MAIONESE DI POMODORO



Piccolo antipasto da servire come apertura di una cenetta già dal sapore estivo.
Protagoniste assolute, anche in questa ricetta, le 
ZUCCHINE TROMBETTE 
della Riviera ligure.
Per non appesantire il piatto ho deciso di servirle accompagnate, invece che dalla solita salsa al formaggio (che peraltro si lega benissimo a questo tipo di flan!!! ), da una " maionese " di pomodori Cuore di Bue.



INGREDIENTI
( per 6 piccoli flan monoporzione )

300 GR DI ZUCCHINE TROMBETTE
1 SPICCHIO DI AGLIO
2/3 RAMETTI DI MAGGIORANA FRESCA
4 FIORI DI ZUCCA FRESCHI
30 GR DI BURRO
30 GR DI FARINA
250 ML DI LATTE
2 UOVA
40 GR DI PARMIGIANO REGGIANO GRATTUGIATO
PANE GRATTUGIATO
BURRO PER UNGERE GLI STAMPINI

PER LA "MAIONESE":

2 POMODORI CUORE DI BUE  ( BELLI MATURI! )
4 FOGLIE DI BASILICO LIGURE
OLIO EXTRAVERGINE DELLA RIVIERA LIGURE
SALE, PEPE, NOCE MOSCATA

Pre-riscaldare il forno a 200°
Lavare e tagliare le trombette a cubetti.
Togliere il pistillo ai fiori di zucca , pulirli delicatamente con carta da cucina e tagliarli a striscioline sottili.
Sbucciare l'aglio e farlo soffriggere in una padella con un goccio di olio, aggiungere le trombette, salare, pepare e far cuocere a fuoco moderato sino a quando saranno tenere. Se fosse necessario aggiungere un goccio di acqua per non farle bruciare. Quando sono quasi a fine cottura aggiungere anche i fiori di zucca tagliati e la maggiorana fresca tritata.
Spegnere il fuoco e lasciar raffreddare. 
Mettere 2/3 delle zucchine nel bicchiere del mixer ad immersione e frullarle sino ad ottenere una purea morbida.
Preparare la besciamella con il burro, la farina ed il latte, profumarla con la noce moscata, salare.
Aggiungere alla besciamella le zucchine frullate, il resto delle zucchine a tocchetti, il Parmigiano Reggiano grattugiato e, quando il composto si è ben intiepidito le uova, una alla volta, amalgamandole bene.
Imburrare abbondantemente gli stampini monoporzione e cospargerli con il pane grattato.
Riempirli per 2/3 con il composto di zucchine ( in cottura gonfieranno molto! ),
posizionarli in un bagno-maria caldo ed infornarli per circa 20-25 minuti ( fare la prova stecchino per la cottura ).
Preparare poi la maionese di pomodoro:
sbollentare per pochissimi secondi i pomodori in acqua bollente per togliere la pelle più agevolmente.
Svuotarli dei semi e tagliarli a pezzi. Metterli in un frullatore assieme alle foglie di basilico, una presa di sale, un poco di pepe e cominciare a frullare aggiungendo l'olio extravergine a filo, sino ad ottenere una salsa morbida .
Sfornare i flan ( si abbasseranno notevolmente!!! ) e  servirli tiepidi , accompagnati dalla maionese di pomodoro.


**************************************************


*****************************************

Con questa ricetta partecipo al CONTEST :
"La Cucina Italiana nel Mondo verso l'Expo 2015", organizzato da 
Le BLOGALLINE, in collaborazione con
 INformaCIBO 



mercoledì 21 maggio 2014

TROFIE LIGURI AL PESTO DI TROMBETTE (e trombette fritte)


Finalmente sono arrivate!!!!!
Che cosa? 
Ma le trombette, naturalmente!!!!!
Sono le zucchine tipiche della Liguria, verdissime, lunghe, lunghe e un po' arcuate, dalla polpa dolce e con pochissimi semi ( solo un pochino nella parte terminale, più rotondetta !!! ) .
La pianta da cui nascono le trombette cresce  e cammina anche per diversi metri se lasciata a terra,  ma non è raro trovarla inerpicata anche su pergolati o piantata in grossi vasi sui terrazzi cittadini...
E' molto generosa: basta annaffiarla abbondantemente ed i suoi frutti rallegreranno la tavola sino a fine estate. Che dire, poi , dei fiori??? Li adoro!!!! 
Insomma : la zucchina trombetta è un vero pass- par - tout per i piatti estivi e appena la vedo sui banchi del mercato cittadino, non posso fare a meno di comprarla ... 
Con le prime che ho acquistato ho subito fatto questo " pesto " : delicato, leggero , saporito e soprattutto veloce!!!!


INGREDIENTI
( per 4 persone )

400 GR DI TROFIE FRESCHE
200 GR DI ZUCCHINE TROMBETTE 
10 FOGLIE DI BASILICO
1/2 SPICCHIO D'AGLIO
15 GR DI PINOLI
30 GR DI PARMIGIANO GRATTUGIATO
OLIO EXTRAVERGINE
SALE

PER LE TROMBETTE FRITTE:

1 ZUCCHINA TROMBETTA
FARINA
OLIO PER FRITTURA
SALE

Lavare le zucchine trombette e tagliarle in grossi pezzi: metterle a bollire in acqua bollente salata sino a quando, pungendole con una forchetta , risultano belle morbide. Scolarle.
Porre nel bicchiere del mixer ad immersione le foglie di basilico lavate ed asciugate, l'aglio, i pinoli e le trombette lessate. Cominciare a frullare gli ingredienti diluendo il composto con l'olio, quanto basta per ottenere un pesto fluido e liscio. 
Aggiungere il formaggio grattugiato ed aggiustare di sale.
Preparare le trombette fritte:  tagliare a fettine di circa 1 mm la trombetta rimanente, porle in un colapasta, spolverarle con un po' di sale e lasciarle riposare una mezz'oretta, in modo che perdano l'acqua di vegetazione. Poi asciugarle con carta da cucina e infarinarle bene. Liberarle dalla farina in eccesso aiutandosi con un setaccio e friggerle in olio bollente per 2/3 minuti, fino a quando saranno dorate.
Cuocere le trofie in acqua bollente salata, scolarle , condirle con il pesto, aggiungere le trombette fritte, spolverare con il parmigiano grattugiato ed ancora un giro d'olio.


****************************************


****************************************

Con questa ricetta partecipo alla raccolta:




sabato 17 maggio 2014

TORTA RUSTICA PATATE , PORRI, PROSCIUTTTO



Una delle torte salate più buone che abbia mai assaggiato.
La ricetta l'ho trovata QUA ( il blog merita di essere guardato tutto: è splendido!!! ) e mi ha incuriosito tantissimo la straordinaria somiglianza del ripieno di questa torta ( chiamata PIE nella versione inglese ) con le mie " Patate in ta foglia "  con la sola aggiunta di prosciutto affumicato .
Non ho potuto fare a meno di provarla, apportando qualche leggera modifica alla ricetta originale (soprattutto per velocizzare i tempi: come sempre avevo fretta...) e aggiungendo solo un pizzico di aroma con la santoreggia ed un poco di formaggio grattugiato.
Questa è la mia versione.

INGREDIENTI

700 GR DI PATATE
1 PORRO ABBASTANZA GRANDE
100 GR DI PROSCIUTTO COTTO AFFUMICATO
1 ROTOLO DI PASTA BRISE'
300ML DI PANNA FRESCA LIQUIDA
40 GR DI PARMIGIANO GRATTUGIATO
20 GR DI BURRO
QUALCHE RAMETTO DI SANTOREGGIA FRESCA
SALE, PEPE

Pre-riscaldare il forno a 180°
Iniziare preparando le patate: lavarle, pelarle ed affettarle con la mandolina molto sottili. Sbollentarle in acqua bollente salata per tre minuti , poi scolarle e farle raffreddare bene.
Pulire il porro, togliendo le foglie esterne più dure ed affettandolo a rondelle sottili . 
Farlo soffriggere lentamente in una piccola padella con il burro, fino a quando è morbido, ma non bruciato.
Srotolare la pasta brisè e foderare una teglia dal fondo mobile ( io ho usato una tortiera da crostata, con i bordi bassi, a differenza della ricetta originale che prevede invece i bordi più alti... e più strati di patate, io ne ho fatti solo due! )
Insaporire la panna con sale, pepe, le foglioline di santoreggia ed il formaggio .
Formare gli strati cominciando ad adagiare le patate sulla pasta poi i porri e le fette di prosciutto: irrorare con metà del composto di panna.
Poi di nuovo patate, porri e panna ( non prosciutto ).
Infornare per almeno 45 minuti.
Dopo una mezz'oretta ho abbassato la teglia perchè la superficie cominciava a colorire troppo.
Come consigliato l'abbiamo mangiata non caldissima, ma tiepida e , vi assicuro che non ne è avanzata abbastanza da poterne assaggiare un pezzo freddo... 
Il ripieno, non avendo ingredienti che si rapprendono in cottura ( come le uova ) rimane morbidissimo e molto cremoso e nessun ingrediente prevale sull'altro, rendendo la torta molto armoniosa.



******************************************


****************************************

sabato 10 maggio 2014

TORTA AL CIOCCOLATO E FRUTTI DI BOSCO




Alzi la mano chi non ha ancora della cioccolata avanzata dalle uova di Pasqua!!!
Io, con tre figli, riesco a farne scorta per almeno sei mesi ( anche se sono piuttosto grandicelli, almeno i primi due, le uova arrivano sempre...) e ciò implica la creazione di dolci a ripetizione per cercare di terminarlo in un lasso di tempo che non sia biblico...
Questa torta  aiuta a consumarne almeno una piccola quantità: è golosa da morire, cioccolatosa all'inverosimile e i frutti di bosco, con la loro acidità, stemperano la dolcezza del dolce che potrebbe essere, senza la loro presenza, eccessiva.
La ricetta è stata trovata in rete, per l'esattezza QUA, dopo aver visto la foto del dolce su una bacheca di Pinterest.
Mi sono tradotta la ricetta e l'ho riproposta i giorni scorsi a casa, riscuotendo un notevole successo.

INGREDIENTI

300 GR DI BISCOTTI CARAMELLATI ( LOTUS )
80 GR DI BURRO FUSO
225 GR DI CIOCCOLATA FONDENTE
250 GR DI PANNA FRESCA LIQUIDA
BUCCIA DI ARANCIA BIOLOGICA
250-300 GR DI FRUTTI DI BOSCO MISTI ( LAMPONI, MIRTILLI, MORE )

Polverizzare i biscotti in un mixer ed unire il burro fuso alla polvere di biscotto azionando le lame ancora per qualche secondo, sino ad ottenere un composto simile alla sabbia bagnata.
Con questo composto foderare una teglia da crostata con il fondo rimovibile di circa 25-26 cm di diametro , pressando bene i biscotti, dapprima con le mani e poi con il dorso di un cucchiaio, facendolo salire anche sui bordi della teglia.
Porre lo stampo in frigo per almeno 1 ora in maniera che il burro si raffreddi nuovamente.
Nel frattempo pre-riscaldare il forno a 180°.
Trascorsa un'ora cuocere il fondo di biscotti per 10-15 minuti  e far raffreddare fuori dal forno.
Scaldare la panna in cui si sarà messa la buccia di arancia biologica , senza farla bollire.
Spegnere il fuoco, togliere la buccia di arancia e versarla sulla cioccolata spezzettata. Mescolare con una piccola frusta, sino a che il composto risulta vellutato e cremoso ( ganache ).
Versare la ganache intiepidita sulla base di biscotto e porre a solidificare in frigo per minimo tre ore ( io l'ho lasciata tutta la notte ).
Per servirla tirarla fuori dal frigo almeno un'ora prima,togliere il fondo della tortiera , con delicatezza, dallo stampo e adagiarlo su di un piatto da portata adeguato,  guarnire con i frutti di bosco misti lavati ed asciugati e spolverare con  zucchero a velo.


****************************************************


mercoledì 7 maggio 2014

BABA GANOUSH




La mia ultima scoperta in cucina: 
il BABA GANOUSH.
Ne sono diventata dipendente: mi piace insieme a pezzetti di focaccia croccante, mi piace da solo, mi piace spalmarlo sul  sottilissimo pane che i miei vicini di casa, di origine turca, ogni tanto mi regalano ( anzi: lo preparo apposta !!!) 
  Insomma: lo adoro!!!!!

INGREDIENTI

2 GROSSE MELANZANE ( IO QUELLE NERE )
1- 2 CUCCHIAI DI SALSA TAHINA ( pasta di sesamo )
1 LIMONE
1 SPICCHIO DI AGLIO
1 CIUFFO DI PREZZEMOLO
1/2 CUCCHIAINO DI SEMI DI CUMINO
OLIO EXTRA VERGINE
SALE, PEPE

Accendere il grill del forno a 220°
Punzecchiare con una forchetta le melanzane in più punti, posarle su una placca da forno e farle cuocere almeno un'ora girandole ogni tanto: diventeranno grinzose, morbide al tatto e in alcuni punti si spaccheranno un pochino.
Quando sono cotte tirarle fuori dal forno e farle raffreddare abbastanza da poterle maneggiare. Togliere la buccia ( che verrà via molto facilmente ) e porre la polpa delle melanzane in un colino per almeno un'ora, in modo che perda l'acqua di vegetazione.
Poi metterla in un mixer insieme allo spicchio d'aglio sbucciato , la salsa Tahina, un cucchiaio d'olio, sale, pepe,  il succo di mezzo limone e frullare sino ad ottenere una crema morbida.
Scaldare una piccola padella e far tostare qualche istante i semi di cumino per renderli più aromatici.
Porre il Baba Ganoush in una ciotola dopo averlo aggiustato ancora un po' di sale, pepe e limone e tahina, secondo i vostri gusti . Spolverare con prezzemolo tritato, i semi di cumino ed un filo d'olio.


*****************************************


********************************************

sabato 3 maggio 2014

CIPOLLE RIPIENE ALLA LIGURE




Ecco una ricetta che riassume tutto lo spirito della cucina ligure: povertà degli elementi che la compongono, straordinarietà dei sapori che ne scaturiscono.
Le cipolle ripiene fanno parte dei quei piatti di cui ho memoria sin da bambina: mi sono sempre piaciute tantissimo e piacciono tantissimo anche ai miei figli... un ottimo modo per far loro mangiare un po' di verdura!!!
Una volta assaggiate queste  non riuscirete più a mangiare quelle delle rosticcerie , quasi sempre troppo ricche di carne e mezze crude.

INGREDIENTI

1 KG DI CIPOLLE BIANCHE
800 GR DI PATATE
500 GR DI ZUCCHINE 
100 GR DI MORTADELLA 
1 UOVO INTERO
50-80 GR DI PARMIGIANO GRATTUGIATO
SALE, PEPE, NOCE MOSCATA
PANE GRATTUGIATO
OLIO EXTRA-VERGINE

Pelare le cipolle , tagliarle in due ( per il lungo ) e farle scottare qualche minuto in acqua bollente salata , giusto per ammorbidirle un pochino ( in quasi tutti i ricettari le cipolle sono riempite a crudo, ma mia mamma le ha sempre fatte sbollentare ed anche io ho preso questa abitudine: rimangono più morbide e gustose dopo la cottura in forno, anche se meno... fotogeniche!!! )
Quando sono cotte ( ma ancora croccantine ) scolarle, lasciarle raffreddare un poco e poi preparare le "scodelline" dividendo i vari starti di cipolla l'uno dall'altro. Non buttate via il cuore della cipolla, mi raccomando!!!
Nel frattempo pulire, pelare le patate, tagliarle a pezzi, lavare le zucchine e tagliare a pezzi anche loro             ( togliendo la polpa interna se troppo ricca di semi ) e farle bollire sino a quando sono belle tenere. A metà cottura unire anche i cuori delle cipolle.
Scolare e schiacciare la verdura, ancora calda, con uno schiaccia patate, riducendola in un morbido purè (volendo  si può anche schiacciare con i rebbi di una forchetta, per ottenere un  ripieno più rustico ).
Far raffreddare un poco il composto e poi unire la mortadella tritata, il formaggio grattugiato, insaporire con sale , pepe, noce moscata , un goccio di olio extravergine ed in ultimo aggiungere l'uovo intero, mescolando bene per amalgamarlo agli altri ingredienti.
A questo punto con un cucchiaio riempire le scodelline di cipolla con il ripieno.
Adagiarle in una pirofila, unta d'olio, una accanto all'altra ben vicine tra di loro. Spolverare con pane grattugiato .
In forno a 200° fino a doratura.
Sentirete che profumo, in cucina!!!!!!!


******************************************


************************************************


P.S.
Se dovesse avanzare del ripieno... mettetelo al forno in una teglia dai bordi bassi, spolverate con pane grattugiato, un filo d'olio e fatelo gratinare... Ottimo freddo, accompagnato da un bel " Condjun " .