mercoledì 29 ottobre 2014

CONCHIGLIONI AL RAGU' DI ZUCCA E TALEGGIO



Variazione sul tema : pasta gratinata.
Volevo riempire questi conchiglioni con un ripieno un po' diverso dal solito ( usualmente l'accoppiata ricotta-spinaci a casa mia è vincente ! ) per fare un piatto dai colori autunnali... ed ecco qua...

Un bel ragù bianco arricchito da pezzetti di zucca dolce e qualche cubetto di saporito taleggio...
Qualche minuto nel forno  ed il gioco è fatto!!!
Buon appetito!!


INGREDIENTI ( PER CIRCA 15 CONCHIGLIONI )

200 GR DI ZUCCA DECORTICATA
200 GR DI CARNE MACINATA MAGRA
80 GR CIRCA DI TALEGGIO
1/2 CIPOLLA
VINO BIANCO
SALE, PEPE, NOCE MOSCATA
 2 CUCCHIAI DI PARMIGIANO GRATTUGIATO 
15 CONCHIGLIONI  ( PASTA SECCA)

Tagliare la zucca decorticata a cubetti piccoli.
In una larga padella unta d'olio rosolare la cipolla tritata dolcemente senza farla bruciare e poi aggiungere la carne macinata ed i cubetti di zucca.
Sfumare con un poco di vino bianco, salare, pepare , profumare con noce moscata e portare a cottura sino a quando la zucca risulta morbida: ci vorranno pochi minuti .
Schiacciare leggermente la zucca con una forchetta.
Aggiungere il taleggio tagliato a piccoli pezzetti ed amalgamare un po' il ripieno.
Mentre il sugo cuoce portare a bollore una pentola d'acqua salata e cuocere i conchiglioni per qualche minuto meno rispetto al tempo di cottura indicato .
Scolarli , farli asciugare su di un canovaccio pulito e poi riempirli con il ragù alla zucca.
Adagiarli in una pirofila leggermente unta d'olio e spolverarli con il parmigiano grattugiato.
In forno a 200° per circa 10 minuti.




sabato 25 ottobre 2014

BISCOTTI AI FRUTTI ROSSI E ARANCIA



Ecco dei fantastici biscotti, perfetti da inzuppare nel the pomeridiano...
Il rito delle cinque ancora non l'ho iniziato date le temperature quasi estive, che invogliano di più a gustare gelati e semifreddi piuttosto che bevande calde ed fumanti, ma i biscotti li ho sfornati l'altro pomeriggio ( perché avevo voglia di qualcosa di dolce  ) e come li ho assaggiati me li sono immaginati accompagnati ad una bella tazza di liquido ambrato e bollente...
Inoltre non hanno neppure un grammo di burro nell'impasto , per cui la golosità può essere appagata senza troppi sensi di colpa!!!

INGREDIENTI

250 GR DI FARINA 00
200 GR DI ZUCCHERO
2 UOVA GRANDI
2 CUCCHIAINI DI LIEVITO PER DOLCI
50 GR DI FRUTTI ROSSI ESSICCATI
2 CUCCHIAINI DI POLVERE DI BUCCIA DI ARANCIA DISIDRATATA 
POCA FARINA PER SPOLVERARE LE MANI

Pre-riscaldare il forno a 180°.
Mescolare in una ciotola lo zucchero con la buccia d'arancia, mescolando bene con le mani, in modo che lo zucchero si insaporisca bene con l'aroma di arancia.
Aggiungere le uova e montare con le fruste fino a che sono bianche e spumose, poi setacciavi dentro la farina , il lievito e continuare a mescolare.
Unire i frutti rossi essiccati e distribuirli bene nell'impasto.
Foderare con carta forno una teglia piuttosto ampia e formare tre filoncini con l'impasto dando loro una forma, con le mani spolverate di farina , piuttosto allungata ( circa 20 cm )
Appiattire leggermente, ma senza esagerare.
Lasciate abbastanza spazio tra un filoncino e l'altro, poichè in cottura si allargheranno un po'.
Cuocere per 25 minuti circa.
 Tirare fuori la teglia dal forno e far raffreddare i biscottoni per dieci minuti e nel frattempo abbassare il forno a 150°.
Con un coltello affilato tagliare i biscotti con una larghezza di circa un centimetro e riposizionarli nella teglia .
Cuocere nuovamente per 10 minuti o fino a doratura.







martedì 21 ottobre 2014

... AUTUNNO!


**********************


Finalmente è arrivata la stagione che amo di più:
l'autunno!!!
E' appena appena accennato, ancora non si è acceso del tutto: qualche spruzzo di giallo ed arancione tra tante foglie ancora verdi... 
La natura è indietro di almeno un mese, rispetto alla stagione come da calendario, ma c'era da aspettarselo, visto l'estate che ha fatto :quest'anno ho raccolto l'origano fiorito a metà settembre, mentre negli anni passati non andavo oltre Ferragosto!!!
E mentre aspetto che i boschi si incendino di rosso  porto a tavola piatti che dell'autunno hanno tutto il colore , il calore e la dolcezza...
Questo, in particolare,  è velocissimo da fare... cosa c'è di meglio???


ZUPPA CINQUE CEREALI
CON ZUCCA, PORRI E
crème fraiche

INGREDIENTI ( per 4 persone )

200 GR DI CEREALI MISTI
( io 5 cereali pre-cotti della linea Carrefour )

500 GR DI ZUCCA MANTOVANA DECORTICATA
1 PORRO
1 LITRO DI BRODO VEGETALE
SALE, PEPE, NOCE MOSCATA
1 NOCE DI BURRO
 4 CUCCHIAINI DI CREME FRAICHE 
PARMIGIANO REGGIANO GRATTUGIATO

Tagliare la zucca a cubotti e farla cuocere nel brodo vegetale sino a che risulta morbida.
Scolarla , porla nel bicchiere del mixer insieme ad un paio di mestoli di liquido di cottura e frullarla, ottenendo un composto cremoso e denso.
NON buttare il brodo rimanente!!!
Cuocere i cereali in acqua bollente salata per dieci minuti scarsi , scolarli e tenerli da parte.
Affettare finemente la parte bianca del porro e metterlo a soffriggere ,con il burro, in una pentola dai bordi alti , senza che scurisca.
Appena il porro è stufato unire i cereali , insaporirli per qualche secondo, poi unire la polpa di zucca frullata ed il brodo rimanente, poco alla volta, in modo da ottenere la densità della zuppa che più si desidera ( a noi piace più densa!!! )
Aggiungere sale, pepe, noce moscata e far cuocere per altri dieci minuti.

Porre la zuppa nelle scodelle, aggiungere un cucchiaino di creme fraiche, una spolverata di parmigiano ed un macinata di pepe.

Io ho mangiato quello che è avanzato della zuppa il giorno dopo e... devo dire che era ancora più buona!!!!


**************************************************************


****************************************************************

******************************************************

sabato 18 ottobre 2014

CHI NON MUORE... BEVE CHERRY!!!


E' praticamente trascorsa tutta l'estate ed io non ho più pubblicato nulla...
troppe aspettative mal riposte, troppa ansia da prestazione ( se mi guardo attorno, nel mondo dei food-bloggers, ci sono veramente delle persone dalle mani d'oro !!! ) poco o scarso tempo da dedicare al blog , poca stima delle mie capacità e , cosa da non sottovalutare ,la presa di coscienza che non sarò mai all'altezza di nessuno in fatto di fantasia e creatività in cucina: sò cucinare, come il novanta per cento delle donne italiane, nè più, nè meno, seguo con diligenza le ricette, ottengo dei buoni risultati, ma non avrò mai il "guizzo" che mi permetterà di distinguermi dalla massa...
Devo ammettere che ho seriamente pensato di lasciar perdere con questa avventura fotografica e culinaria, ma la mia proverbiale caparbietà non mi permette ancora di tirare i remi in barca. 
E infatti...
 voglio ricominciare da qui.
 Voglio far diventare  questo angolino di spazio web, dove  non passa quasi nessuno, il posticino dove rifugiarmi quando ho voglia di evadere dalla vita quotidiana, dove posso pubblicare le foto dei miei piatti  senza temere di venir criticata da nessuno sulla composizione dell'immagine e dove posso sperimentare e pasticciare senza , per questo, venir giudicata del mio operato...
Senza ansie, senza aspettative, solo per il piacere di dimostrare a me stessa che, almeno in cucina , qualcosa di buono posso farlo anche io...

Questa di oggi non è una ricetta nel vero senso della parola:
ho voluto provare a fare lo Cherry, dopo aver letto, da qualche parte, che si può ottenere un buon liquore anche dalle foglie di ciliegio o amarene , senza dover utilizzare necessariamente i frutti...
E quindi , l'ultima volta che ho trascorso qualche giorno al paesello, con l'aiuto del marito, ho raccolto le foglie e le ho portate a casa.
Questo è il risultato...
Adesso bisognerà aspettare almeno tre mesi prima di poterlo gustare... ma non garantisco di riuscirci: ho idea che lo assaggerò molto prima!!!!

INGREDIENTI

70 FOGLIE DI CILIEGIO O AMARENE ( POSSIBILMENTE BIOLOGICHE )
1/2 LITRO DI VINO ROSSO CORPOSO 
200 GR DI ZUCCHERO
1/2 LITRO DI ALCOOL 90°

Pulire le foglie di ciliegio o amarene con una pezzuola umida , metterle in un recipiente di vetro munito di coperchio e coprirle con il vino rosso
.Chiudere e lasciare in luogo buio e fresco per 40 giorni.
Trascorsi i quaranta giorni filtrare il vino, strizzare un poco le foglie e buttarle via.
Scaldare il vino in una pentola capace, aggiungere lo zucchero e lasciar sobbollire dolcemente per 10 minuti circa.
Far raffreddare il vino ed aggiungere l'alcool.
Chiudere in bottiglia e far riposare almeno due o tre mesi prima di consumare.